12 febbraio 2018

Tartellette vegan con ribes e lamponi per San Valentino



Queste piccole tartellette sarebbero perette per una cenetta a due.....perooooò...però....però....chi lo dice che non possono essere realizzate anche per una qualsiasi ricorrenza???!!?? Festa di compleanno!?!?!!? Cena con le amiche?!?!?!? Per il loro aspetto forse vanno alla GRANDE per la cena di San Valentino che sta per arrivare, questo non lo nego....ma allora facciamo 'na cosa....queste io ve le giro e le adattate alle vostre esigenze...le rielaborate (se necessario) assecondando i gusti del vostro amore (io oggi ho scelto una ricetta tutta vegana ma se vorrete andare sul tradizionale date pure una sbirciatina qui) e poi magari tra qualche giorno ritorno e cerco di pensare a qualcosa di analogo perché tanto io amo preparare queste chicche....dolcetti mono porzione, bellini bellini e che si mangiano in un sol boccone !!!!!

Stampo microforato FORMASIL di Pavonidea
Per realizzare i gusci di frolla ho utilizzato uno stampo innovativo in FORMASIL, quello con 12 impronte....Formasil è il nuovo progetto sviluppato da Pavoni Italia e il Maestro Leonardo Di Carlo per i professionisti, ora  però disponibile anche per il settore consumer e quindi anche per noi comuni mortali ^_^. E' ideale per realizzare prodotti sia dolci che salati, è semplice e veloce da usare, con Formasil si ottiene una cottura uniforme anche dei prodotti da forno che faticano a cuocere. Io mi ci sono trovata benissimo perché con questo nuovo stampo tutto interamente microforato e dotato di tante "impronte", è davvero un gioco da ragazzi riuscire a realizzare dei gusci di frolla...non serve ricorre a mosse strategiche come quella di congelare la frolla o stenderla a spessori troppo sottili, anche i meno esperti riusciranno ad utilizzarlo e dopo averlo provato sarà difficile tornare alle vecchie abitudini ^_________^!



Tartellette vegan con ribes e lamponi

Ingredienti
(per circa 12 tartellette)

Per la pasta frolla


85g di farina 0
25g di farina Tipo 1
100g di farina di farro
65g di mandorle ridotte in polvere
50g di olio di riso
50g di latte di avena 
80g di zucchero di canna
1 cucchiaino di sciroppo d’acero 
la scorza di 1 limone non trattato
2g di lievito


Emulsionate insieme l’olio, lo zucchero, lo sciroppo d’acero e il latte di avena, lasciate da parte (questi saranno gli ingredienti liquidi). Nella ciotola della planetaria setacciate tutte le farine compreso il lievito, unite anche la polvere di mandorle,  la scorza del limone e tutti gli ingredienti liquidi;  iniziate ad impastare utilizzando il gancio a foglia, lavorate giusto il tempo necessario, finché gli ingredienti staranno insieme; successivamente passate su una spianatoia e lavorate a mano fino a formare un panetto abbastanza piatto; avvolgetelo in della pellicola per alimenti e conservate in frigorifero per un’ora. 


Per la crema 

190g di latte di soia
125g di panna vegetale 
60g di zucchero di canna chiaro
25g di amido di mais
10g di amido di riso
1 baccello di vaniglia
1/2 cucchiaino di curcuma


Setacciate gli amidi insieme alla curcuma e lasciate da parte. In una casseruola unite il latte di soia, la panna vegetale, i semi e il baccello di vaniglia e lo zucchero. Portate a bollore e versate i liquidi bollenti sugli amidi, mescolate bene in modo da non avere grumi, rimettere sul fuoco. Sempre girando cuocete fino a consistenza. Versate la crema in un recipiente pulito, mettete la pellicola per alimenti a contatto e lasciate raffreddare.


Per guarnire

250g di lamponi
250g di ribes
gelatina di albicocche q.b.



FORMATE LE TARTELETTE: estraete la pasta frolla dal frigorifero e su un piano di lavoro pulito e leggermente infarinato stendetela ad un spessore di circa 4mm, con un coppa pasta circolare del diametro di 8 cm circa,  formate tanti dischi e utilizzateli per rivestire gli incavi dello stampo per tartellette in Formasil (se non disponete di questo stampo seguite le indicazioni di questo post per realizzare comunque dei gusci per tartellette); mettete in frigorifero e lasciate riposare per mezz' ora. Una volta trascorso il tempo cuocete in forno preriscaldato a 180°C per circa 15 minuti o fino a doratura. Quando i gusci di frolla saranno cotti, estraete lo stampo dal fono, lasciate intiepidire e solo dopo sformate e lasciate raffreddare su una gratella per dolci.

FARCITE LE TARTELLETTE:  farcite ogni tartelletta con la crema e con la frutta precedentemente lavata,  e asciugata, scaldate poca gelatina di albicocche e con l' aiuto di un pennello, usatela per ricoprire tutta la frutta. Servite subito o  conservate in frigorifero (consumate in giornata^___^).





tovagliolo in lino HUE table stories

Share:

6 commenti

  1. Ma che carucce!!! Davvero un'ottima idea :-) per togliersi "la voglia di buono" senza esagerare ma sentendosi appagati!
    Hai proprio ragione: sono molto versatili.
    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto..mi piace l' idea che le ricette siano solo un' idea...poi ognuno può riadattarle come meglio crede!!
      Grazie alle e buona giornata!

      Elimina
  2. Bene meraviglia di amica.. ste tartellette so' 'na roba spaziale..
    Ora io nu sono provvista de tutta la mercanzia del tipo lì .. quindi sti gusci diabolici nun ce li ho, ma credo si potermi ripiegare sui classici delle crostatine in alluminio .oppure la faccio crustatona! che a me le robe piccole mi vengono sempre una ciofechina.. mentre quelle grandi sono meno delicate e perfette per me smanona..huhuh.. mi piace sta frolla..domenica ho fatto quella tua vecchia al farro con confettura scura..anche lì avevi fatto le crostatine mini.. non parlo della "frolla magra" quella ha burro e latte ma non ha uova, parlo di un'altra frolla veg con farina di farro olio (50% semi e 50% e.v.) e acqua...
    che bbbuuonnaaaa!
    quindi io credo di impastare e infornare.. :) anche se non ho nessun amorr da festeggiare!
    baci baci baciiii
    Manu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un amore per festeggiare c'è sempre dai...un' amica, una sorella, anche te stessa alla fine!!! Terso...voglio vedere cosa combini e più che altro cosa ne pensi di questa frolla qua....aspetto quindi e mi sei mancata sai?!?!?!

      Elimina
  3. Stupende, e le tue foto sono sempre incantevoli! e quel tappetino?! Ma lo voglio anch'io!! *.*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' uno stampo utilissimo e che rende le cose molto più semplici infatti.... ^_^

      Elimina

Le vostre parole sempre gradite, essenziali per me.....mi scuso in anticipo se non sempre riuscirò a rispondere, leggo sempre tutti i messaggi con grande entusiasmo ed emozione e sono proprio questi piccoli gesti che mi danno la spinta a fare sempre meglio, immensamente grazie.

© PANEDOLCEALCIOCCOLATO | All rights reserved.
Blogger Template Crafted by pipdig