24 novembre 2017

Ciambelline al vino Aleatico e mandorle con semi di Chia


Ma quanto è bello amalgamare gli ingredienti nelle ciotole...consistenze e colori che si uniscono incalzano una sorta di esperimento-compiacimento ed è una pratica che solitamente mi tengo da parte per il dopo cena, con riserbo, quando tutti ormai non stanno più pensando a me....ahhhhhhhh....finalmente nel momento in cui nella casa regna la pace e nessuno più pronuncia il mio nome, io dedico stè sante e benedette ore notturne alle mie ciotole  ^_^. In questo spazio di tempo mi perdo in quelle ricette sbrigative....semplici ma che suscitano sempre stupore...il mio ovviamente, per la piacevole scoperta di un nuovo biscotto o dolcetto perfetto per l' inzuppo o per essere consumato al volo. Le ricette notturne che metto su lì per lì, dettate da un esigenza di "colazione sana" e frugale, restano comunque le mie predilette...eh si gente, io non so voi ma qui il primo caffè della giornata rimbalza sempre tra l'eco di un "mamma mi scegli i vestitiiiiiii...daiiiiiiiiiiiii" o anche "mamma ma dove sono le mie scarpe"...."mammaaaaaaa fammi la coda, corriiii" ...ed io devo buttare giù in un solo boccone caffè (bollente) e biscottino o dolcetto, un po' come i fanno i gabbiani.....ahahahaahhahaha. Allora però volendo tornare seria, devo dirvi che queste ciambelline al vino era da un po' che richiamavano la mia attenzione, avevo da parte una bella bottiglia di Aleatico dell' Elba che aspettava di trovare un posto tra le pagine di questo mio spazio virtuale, poi avevo questi cristalli di zucchero assolutamente deliziosi, super profumati alla vaniglia ed ecco che unendo tali fattori, riesco ad ottenere dei biscotti secchi, meravigliosi se inzuppati nel vino dolce...a fine pasto o altrettanto apprezzabili se consumati da soli magari mentre siete davanti al PC con tanto di tisana bollente che vi fa compagnia. Ho provato l' impasto un paio di volte perché alla prima era venuto troppo morbido, non mi convinceva poi tanto, troppo difficile da maneggiare anche per me...comunque ho aggiunto, poi tolto e mentre prendevo queste scelte, un bicchierozzo di Aleatico intanto era già andato...no nei biscotti però....ahahahahhaahaahah. Alla fine sono arrivata ad avere una lista di ingredienti definitivi ed eccomi qui, felice di presentarveli. Intanto che studiate la ricetta vi anticipo che l' Aleatico potete sostituirlo con altro vino rosso, con quello che più vi sta a cuore, comprendo che questo vino tipico dell' Elba non sempre è possibile reperirlo ma nel caso aveste l' occasione di poterlo "afferrare", non fatelo scappare, se poi è prodotto a km 0, dal un contadino che vi può far pensare di saperla lunga su uve e vini, allora diventa un vero tesoro, un nettare prezioso da custodire per le occasioni importanti ...le mie bottiglie stanno già in cassaforte infatti ^______^. Per esigenze potrete anche sostituire le mandorle con qualsiasi altra frutta secca e lo zucchero aromatizzato alla vaniglia potrà prendere il posto di un semplice zucchero di canna in cristalli (tipo Demerara per esempio), certo è che in questo caso l' aroma risulterà leggermente diverso. Il WE è nuovamente alle porte e non saprei dirvi se questo è un bene....se penso ancora alle cose che dovrei portare a termine,  mi viene l' ansia da prestazione...meglio non pensare e cercare di esultare ad ogni traguardo "toccato con mano". Vi saluto e fate i bravi....almeno fino a lunedì ^___^!

piatti @giovelab - www.giovelab.it -  shop on line
tovagliolo Stay Store

Ciambelline al vino Aleatico e mandorle

Ingredienti
(per circa 16 ciambelline)

300g di farina tipo 1
100g di olio evo
125g di vino Aleatico (o altro vino rosso liquoroso)
80g di zucchero semolato
100g di mandorle senza pelle
10g di semi di chia
3g di lievito in polvere per dolci

zucchero aromatizzato alla vaniglia q.b.

Procedimento

Per prima cosa sminuzzate grossolanamente le mandorle, in una ciotola unite la farina, il lievito setacciato, le mandorle sminuzzate, lo zucchero, i semi di chia e a filo unite l' olio e il vino. Amalgamate subito con un cucchiaio di legno e successivamente lavorate brevemente con le mani per ottenere un impasto abbastanza compatto; dividetelo in tante porzioni tutte uguali (pesatele se necessario).  Con ogni pezzetto di impasto ricavate tanti cilindri con i quali formerete delle ciambelline ben sigillate alle estremità. Passate ciascuna ciambellina nello zucchero alla vaniglia e adagiatele su una placca rivestita con carta da forno avendo l' accortezza di distanziarle bene tra loro. Cuocete in forno preriscaldato a 180° C per circa 25 minuti o fino a doratura. Sfornate e lasciate raffreddare prima di servirle.



zucchero aromatizzato alla vaniglia Idee Gustose Dorhouse
ciotola in gres e piatti in porcellana @giovelab - www.giovelab.it -  shop on line
tovagliolo Stay Store







Share:

10 commenti

  1. Allora.. te non sei normale.. dimmi che poteri hai, da che stregone ti rifornisci per essere ancora dopo cena in grado di fare ste robe... io al momento nun ce la posso fare.. e non è che non mi piaccia ! che io vivrei di impastamenti e impiastrimenti..ma proprio no...se e quando impasto, biscottolo o crostifico devo avere buon tempo.. cioè appunto il pomeriggio o la mattina.. (che io lo so che tu c'hai la prole e tutte le altre ventimila robe.. vedi mo' che te serve la robba dello stregone!?)... cosa invece che non succede se tortifico.. ci piace vincere facile tu dirai? beh.. diciamo così, però vedi ad esempio ieri pomeriggio mia sorella (sempre lei che scassa la minchia) mi ha portato una cassa piena di bietole da cuocer(le) ..si si per lei dovevo farle il lavoro..siccome sapevo che le da oggi a domenica non sarebbe stata a casa perché fuori per lavoro, mi son subito adoprata e le ho detto che le facevo subito (anche perché sai quanto stanno le bietole a mosciasse?).. la sua risposta? "ah, ma sicuramente oggi non riesco a venirle a prendere...vedi come ti rimane comodo".. tu lo immagini il mio nervoso?? no perché ti viene.. perché dico io.. non mi far fare il lavoro se non puoi venire a prenderle.. io non posso tenerle li fino domenica.. senza cuocerle.. si infradiciano...
    vabbè sta di fatto che dopo la terza bollitura (vedi mo' quante erano) son venuta qui... volevo fare le ciambeline nuove, ma l'umore non era giustoo allora ho cercato una roba fast .. cake vegan (che io metto sempre lo yogurt normale del pastore mio!) con le perine angelica sopra e ciambella di pere senza glutine! ecco ..
    torna mia mamma e le dico... "ti ho fatto due tortine morbide!" e lei "perché?" ed io "avevo un po' de nervoso da smaltire!" ...
    ecco sicuramente tu avresti impastato, ma io dopo essere stata sopra i fumi vaporosi delle bietole non avevo proprio voglia.. e me so' scaricata così..
    ora non mi ricordo più nemmeno il motivo del commento, sta di fatto che... primo anche io voglio che tu mi faccia la coda e mi leghi i capelli, che tu mi presti i tuoi super vestiti fighi (perché sicuro tua figlia ne avrà di fighissimi se li scegli tu) e soprattutto che mi dai l'indirizzo dello stregone!.. dopo queste cretinate del venerdì. ho ben due ricette da fare domenica inframmezzando una confettura di cotogne... se riesco...
    mo' vado a fare i piatti.. ti saluto wander woman...
    ti adoro alla follia...
    Manu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahaha....mi sembra di vederti tutta scompigliata davanti ai fumi delle bietole, certo tu invece sei una santa, un angelo...altro che stregone, e comunque l’indirizzo lo vorrei anch’io sai...almeno ne fare davvero di pozioni magiche per smaltire quello che devo ancora fare prima di fine anno...Manu...sono morta e forse questi impasto notturni mi servono per cercare di non mollare😂🤣😂🤣😉😂😉😉. Ad ogni modo sono io che adoro te...chiaroooooo!poi da notare a che ora hai pubblicato il tuo commento qui ed io a che ora sono riuscita a rispondere....sono stonata come poche....questo è certo ma per fortuna che ho te😘un bacio spendida Donna e vediamo cosa combinerai in questo we...ti penserò io!

      Elimina
  2. Mi piace l'idea delle ore notturne o serali dedicate alle tue ciotole, è il momento perfetto per ritagliarsi un po di tempo piacevole e solitario.... Splendide queste ciambelline, inzuppate poi in un vino dolce e liquoroso, la morte loro :-) un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elyyyyy...mi fa piacere che ti piacciano ma più che tu sia passata a trovarmi!!! Ti abbraccio e buona serata😊

      Elimina
  3. Purtroppo non so come tu faccia, io (sarà l’età...) dopo una certa ora sono a pezzi, da tirarmi su col cucchiaino...vabbè...
    Complimenti, ogni tua preparazione è un capolavoro, ti abbraccio forte amica...chissà come sono cresciute le tue bellissime bambine, le ricordo con piacere

    RispondiElimina
  4. Ciao gabila complimenti per il tuo blog! Ti seguo spesso e ho appena comprato il libro free dolci senza.. sto preparando con il mio bambino i biscotti al mais e semi di zucca ma mi risulta un impasto molto molle e colloso impossibile da tagliare con il coppapasta! Secondo te ho sbagliato qualcosa? Grazie Michela

    RispondiElimina
  5. Ciao gabila complimenti per il tuo blog! Ti seguo spesso e ho appena comprato il libro free dolci senza.. sto preparando con il mio bambino i biscotti al mais e semi di zucca ma mi risulta un impasto molto molle e colloso impossibile da tagliare con il coppapasta! Secondo te ho sbagliato qualcosa? Grazie Michela

    RispondiElimina
  6. Ciao...hai emulsionato bene l' olio con lo zucchero??? La farina era tipo fioretto? Ha frullato bene semi di zucca? E' un impasto piuttosto morbido e devi stenderlo tra due fogli di carta da forno, poi devi dare la forma con un tagliapasta e delicatamente posizionare i biscotti sulla teglia. Nel caso tu non riuscissi a domarli, prova a regolare l' impasto con poca altra farina ma francamente le dosi funzionano, è possibile comunque che ci siano delle variabili a seconda della qualità degli ingredienti o a seconda di come è stato formato l' impasto, così a distanza non riesco a rendermi conto del problema....molle e colloso.....per me non è stata creata l' emulsione con olio e zucchero ma stai tranquilla...tu dai la forma che riesci e cuoci. Per la prossima volta magari andrà meglio...comunque fammi sapere e grazie per avermi reso partecipe del tuo problema ^_^!

    RispondiElimina
  7. Ho seguito alla lettera usando pero una farina di mais spinato..forse è quello il problema..comunque sono usciti buonissimi lo stesso! Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco infatti....la farina deve essere fine altrimenti gli ingredienti fanno fatica a legare!!! Bene comunque .....grazie mille e buona serata!

      Elimina

Le vostre parole sempre gradite, essenziali per me.....mi scuso in anticipo se non sempre riuscirò a rispondere, leggo sempre tutti i messaggi con grande entusiasmo ed emozione e sono proprio questi piccoli gesti che mi danno la spinta a fare sempre meglio, immensamente grazie.

© PANEDOLCEALCIOCCOLATO | All rights reserved.
Blogger Template Crafted by pipdig