4 gennaio 2016

Pallotte cacio e ovo - Polpette di uova e formaggio


Oggi si ricomincia da queste sfiziose sfere, da queste piccole palline, da queste perfette Pallotte di cacio e ovo...ideali per pranzo, per cena o per merenda! Che siano crocchette o che siano polpette, già sapete che occupano un posto importate nella mia cucina e anche se non classificabili come portata specifica, sono sempre molto apprezzate! Pare poi che io sia un' amante indiscussa di questa preparazione e devo anche ammettere che vivrei di soli antipasti, di soli stuzzichini, di sole portate un pò a metà strada; alla luce di questo, potevo quindi restare impassibile di fronte a tanta beltà?!!??!

             

Queste polpette dal gusto equilibratissimo a base di uova e formaggio mi sono apparse così.....come un fulmine a ciel sereno; Laura francamente mi stupisce sempre con le sue ricette, non faccio mistero che rifarei ogni sua proposta e che rivedo nei suoi piatti ciò che ritrovo nei miei...adoro il suo modo di cucinare, lo fa con cognizione di causa e poi, cosa fondamentale, trasmette tutto il buono che si possa immaginare, trasmette la reale voglia di mangiar bene ed è palpabile la sua inappellabile capacità di realizzare ogni preparazione. Non so se vi ricordate il Soffione di Ricotta, quel dolce, come queste polpette  portatrici sane di quella cucina povera per eccellenza, sono arrivati in casa mia quasi di forza, neanche il tempo di leggere gli ingredienti che già almanaccavo tra le stoviglie. Quello che vi servirà per realizzare queste polpettine appetitose fatte solo pane, formaggio e uova, saranno appunto le uova...tante e freschissime, il pane posato e rustico, il formaggio, un pecorino semi stagionato a pasta cruda. Il formaggio Abruzzese che vedete in foto è arrivato per posta, ad inviarmelo per testare la ricetta è stata proprio Laura, ho apprezzato il gesto poichè ho potuto comprendere a pieno il reale sapore di queste Pallotte. La verità però è che questo trafiletto è stato la vera motivazione, queste le parole che mi hanno portato a replicare la ricetta...
"La ricetta delle ‘pallotte cacio e ovo’ è l’espressione di una cucina povera che si inventa da sola nel tentativo di non sprecare resti di pane raffermo e formaggio. E in realtà, secondo un antica tradizione popolare, le prime pallotte sembrerebbero nascere nelle tasche dei pastori più che nel focolare domestico delle famiglie: quando gli avanzi di formaggio e di pane secco si consolidavano nella forma irregolare di una polpetta con cui ingannare l’appetito durante la transumanza. Quando la ricetta si è ‘fermata’ in pianta stabile nelle case, il merito delle massaie abruzzesi è stato quello di pensare al sapore dolce di un sughetto ad hoc in cui servire le pallotte cacio ed ovo, riconosciute come piatto vero e proprio della tradizione abruzzese. Si tratta di una ricetta che ancora oggi vive nelle case d’Abruzzo ma poca è la cultura che se ne diffonde soprattutto perché le taverne che si fanno carico di questa particolare cucina sono poche. Si tratta il più delle volte di locande ‘nascoste’ in piazzette e vicoli molto caratteristici che varrebbe la pena conoscere se si è forestieri e che dovrebbero entrare nella considerazione della gente del posto per il valore del patrimonio enogastronomico di cui sono ancora oggi testimoni. "


PALLOTTE CACIO E OVO


Ingredienti 
(per 4 persone)


Per le Pallotte


300g di formaggio Rigatino o pecorino piccante 
300g di mollica di pane raffermo
4 uova intere
latte (qb)
una manciata di prezzemolo tritato
2 spicchi d’aglio tritati
sale qb
½ l di olio di arachide per friggere

Dopo la frittura è possibile condire le polpette con del sugo al pomodoro.

Per il sughetto (facoltativo)

20 pomodorini di media grandezza
1 spicchio d’aglio vestito
basilico (in alternativa rosmarino e maggiorana)
3/4 cucchiai d’olio evo
sale qb.


Procedimento


In una ciotola capiente versare la mollica di pane, il formaggio grattugiato, il sale, il prezzemolo e le uova (una alla volta per verificare di volta in volta la consistenza dell’impasto, solo in questo modo è possibile decidere di ridurne il quantitativo, se superfluo); lavorare il tutto con le mani e raggiunta la consistenza ideale, preparare le polpette della grandezza desiderata.  Attendere che l’olio raggiunga la temperatura di 180° C e cominciare a friggere; le polpette saranno cotte non appena dorate in superficie. Una volta raffreddate è possibile scendere le polpette in un sughetto precedentemente preparato. Riguardo quest’ultimo basterà lasciar riscaldare dell’olio con le spezie fresche e aglio e quando comincerà a soffriggere un po’ versare il pomodoro, salare e non appena comincerà a rapprendersi calarvi dentro le polpette al formaggio e lasciar insaporire il tutto qualche minuto.



Share:

7 commenti

  1. sono semplicemente strepitose, da fare quanto prima...anche da me questi piatti della tradizione son sempre molto apprezzati!
    Un abbraccio, buon nuovo anno...che ti porti tante, ma tante cose belle!

    RispondiElimina
  2. Le conosco bene e sono ottime sia così semplici, che ripassate nel sugo.

    RispondiElimina
  3. Eccomi qua :-D felice di esserci e anzi di ritrovarmi sulla tua bella isola con una ricetta che parla dei miei pastori!La verità è che mi un gran piacere scoprire la tua passione per la cucina abruzzese che in realtà rivela il tuo amore incondizionato soprattutto per le ricette della cucina povera:-D Che dire?Brava Gabila, come sempre!E adesso dopo il salato non ci resta che attendere il prossimo dolce!;-) Un abbraccio!

    RispondiElimina
  4. Ciao Gabila io sono abruzzese e la mia mamma queste squisitezZe ce le prepara spesso. Ora sono da dimenticare!!! Dieta ferrea😊😊😊!!! Non credi? 😆😆😆

    RispondiElimina
  5. La mia mamma è abruzzese e con me ovviamente con queste ricette sfondi una porta aperta! Splendide come sempre le tue foto !
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  6. che belle le proverò presto, mi ispirano proprio!

    RispondiElimina
  7. ottime questa è la settimana del riciclo e queste polpette vanno proprio bene,io le salvo,grazie felice Epifania

    RispondiElimina

Le vostre parole sempre gradite, essenziali per me.....mi scuso in anticipo se non sempre riuscirò a rispondere, leggo sempre tutti i messaggi con grande entusiasmo ed emozione e sono proprio questi piccoli gesti che mi danno la spinta a fare sempre meglio, immensamente grazie.

© PANEDOLCEALCIOCCOLATO | All rights reserved.
Blogger Template Crafted by pipdig